Quasi desiderare

Tag

, ,

img_20190703_202952~21224161910556706681..jpg

Non amo gli specchi. Non li ho mai amati.

Adesso, che perdo pezzi della mia storia,

che quasi ho smesso di desiderare,

mi fanno anche paura.

Ho paura di vedere riflesso nello specchio

tutto ciò che ho inseguito

e non ho raggiunto;

i sogni per i quali ho lavorato

che si sono frantumati in piccoli pezzi.

Ho paura di farmi raccontare da quell’immagine,

che non voglio essere io,

la felicità di un obiettivo raggiunto

e poi calpestato.

Guarderò distrattamente uno specchio,

per mettere ordine ai miei capelli scompigliati.

Ho quasi smesso di desiderare

e uno specchio non può distruggere

quella piccola goccia, quel quasi,

che, di tanto in tanto, illumina

una mia piccola speranza.

Onde

Tag

, ,

Trascorrono i giorni, in un susseguirsi di immagini, emozioni e ricordi. Qualcosa mi investe, invade il mio cuore e sento che la vita è un moto continuo che come un’ onda borbotta, si infrange, mi incontra, mi dice qualcosa. E quando sembra che vorrebbe andar via perché non ha più niente da dire, ritorna e mi incontra di nuovo.

Harry

Tag

,

“Tutto può accadere nei sogni, anche di vedere un albero in mezzo al mare che ha radici negli abissi e rami persi tra le nuvole. Con foglie larghe come quelle di un banano, ma non è un banano. E foglie piccole come quelle di un ulivo, ma non è un ulivo. Un albero. In mezzo al mare. ” Paolina Campo, ‘NTO SCURARI, A&B editrice, 2018

Blu

Tag

,

“A fine giornata, Oceano lo andò a trovare e gli mostrò come tra impetuose onde aveva conservato i pianti e le gioie della sua gente. E intanto a Salina i giorni trascorrevano e quando fu tempo di salire ancora sulla nave, guardò la sua isola scivolare lontano. ” Paolina Campo, A FINE GIORNATA, A&B editrice, 2015

Le stelle

Tag

, ,

“A fine giornata, ci sedevamo tutti su poltrone reclinabili disposte in fila sul terrazzo, a guardare il cielo. Si spegnevano le luci a neon che illuminavano anche il giardino e in silenzio si osservavano le stelle. In silenzio. Fino a quando, spinti forse dalla necessità di ascoltarsi, comincia amo a leggere ad alta voce quel cielo stellato. “. Paolina Campo, A FINE GIORNATA, A&B editrice, 2015

Il mare, la montagna

Tag

, , ,

” Avevo la fissazione delle avventure fantastiche e amavo percorrere i sentieri che salivano su per la montagna. Mi entusiasmavano i grossi ragni che tessevano fitte ragnatele tra i rami di un arbusto, la vegetazione sempre più fitta e diversa man mano che salivo e la sensazione meravigliosa di rimanere seduta in mezzo a tutto quel verde e guadare il mare. ” Paolina Campo, ERA LA MIA CASA, A&B editrice, 2005