Tag

, , , ,

I miei incantesimi sono ora tutti infranti

e tutte le forze che mi restano son solo le mie proprie,

e sono deboli molto. Ora, è vero,

io debbo restare qui confinato da voi,

o essere inviato a Napoli. Ma non vogliate,

dacché ho ripreso il mio ducato,

e perdonato il traditore, ch’io continui ad abitare

in questa nuda isola per vostro incantamento.

Ma scioglietemi da ogni legame

con l’aiuto delle vostre mani caritatevoli.

L’alito vostro gentile le mie vele

deve gonfiare, ché altrimenti fallisce

il mio disegno cui comandare, e arte magica da far incanti.

E disperata sarà la mia fine,

a meno ch’io non sia soccorso da una preghiera

così penetrante da commuovere

la stessa pietà, e liberare da ogni colpa.

E così come voi vorreste essere perdonati dei vostri peccati,

fate che la vostra indulgenza mi rimetta in libertà.

(WILLIAM SHAKESPEARE, LA TEMPESTA-EPILOGO)