Tag

,

Quanta gente si batte il petto, assume sguardo pietoso, compassionevole(?); quanta gente punta il dito sull’altrui operato per modellare una falsa stima di se’; quanta gente usa parole (le parole sono importanti!) in maniera impropria, senza sapere quale sia il vero significato; quanta gente si indigna perche’ incapace di riflettere, di pensare.

Che mondo sta diventando il nostro se anche la sofferenza diventa strumento di indignazione?